Benvenuti sul blog di cronosomatica

  • Temi del blog: cronosomatica, psicobiologia del trauma emotivo, riflessioni e strategie di sopravvivenza per vivere più leggeri

venerdì 21 giugno 2024

L'irretimento transgenerazionale di E.

In marzo 2023 si presenta all’osservazione la paziente E., accompagnata dalla madre M. La bambina ha 3 anni di età e da qualche settimana presenta un quadro comportamentale inusuale. Di solito è una bambina molto socievole, radiosa e comunicativa. La madre è molto preoccupata perché E. manifesta nei suoi confronti un attaccamento quasi morboso, manifestato con lamentazione continua e con pianti di disperazione. E. non vuole più frequentare l’asilo per non allontanarsi da sua madre. In questo caso clinico non mi è stato possibile somministrare il test cronoposturale, un test che consente di evidenziare risposte di sopravvivenza del sistema nervoso autonomo nella dimensione del tempo (età). Per questo motivo tratto il punto 3 (4° anno di vita) sulla cute della bambina con applicazione successiva di un patch per il mantenimento degli effetti terapeutici. Dopo un mese E. torna in visita per verificare eventuali cambiamenti di stato. La bambina manifesta gli stessi sintomi presentati la prima volta e la madre mi riferisce che purtroppo nulla è cambiato nel suo comportamento. Intuitivamente chiede alla madre se lei stessa è stata esposta ad eventi traumatici nell’infanzia. Visibilmente emozionata, M. mi racconta del suicidio di sua madre quando lei era un’adolescente di 13 anni (14° anno di età). A questo punto sottopongo M. al test cronoposturale nella sequenza temporale dai 15 anni ai 12. Come M. raggiunge il punto 13, il suo corpo oscilla con significativa retropulsione (il corpo si sbilancia all’indietro) e in quello stesso momento la piccola si rovescia con la sedia e cade a terra (questo fenomeno viene chiamato entanglement). Nel momento stesso in cui applico a E. il patch sul punto cutaneo corrispondente ai 13 anni, la bambina si addormenta di colpo. Da quel momento in poi, E. torna ad essere la bambina di sempre. Spiego alla madre che E. ha manifestato un classico esempio di irretimento transgenerazionale; il suo attaccamento morboso nei confronti della madre nasceva da una memoria inconscia della perdita improvvisa della figura materna.

sabato 1 giugno 2024

Le Costellazioni Temporali secondo Di Spazio

Molti conoscono le costellazioni familiari sistemiche, una tecnica di analisi e di intervento terapeutico elaborata dal ricercatore tedesco Bert Hellinger (1925-2019). La tecnica mette in luce dinamiche familiari irrisolte come ingiustizie, esclusioni, privazioni, lutti e fallimenti e mira al ripristino di un ordine all’interno della memoria transgenerazionale. Il contributo delle costellazioni familiari sistemiche è quello di rappresentare il non detto familiare attraverso la messa in scena degli attori coinvolti (i membri familiari e non solo). Come si differenziano le costellazioni familiari sistemiche dalle costellazioni temporali (Di Spazio, 1996)? Queste ultime si basano sull’analisi del singolo soggetto attraverso la dimensione temporale mediante un test denominato cronoposturale. Se per esempio l’individuo soffre di sensi di colpa per un’interruzione volontaria a 25 anni, la tecnica delle Costellazioni Temporali secondo Di Spazio consente di valutarne gli effetti di perturbazione mediante la somministrazione del test cronoposturale. Il passo successivo è la stimolazione di punti cutanei (i cronozonidi, punti collegati con le diverse età della vita) che mira al riequilibrio delle perturbazioni indotte dagli eventi avversi. Nel caso delle Costellazioni Temporali non viene fatta luce sul non detto familiare, ma si riporta ordine nell’inconscio individuale, in quello familiare e nel passato transgenerazionale. Un esempio classico può essere il seguente: il soggetto soffre di cefalea insorta improvvisamente durante l’adolescenza. Il test cronoposturale rileva una perturbazione posturale sul punto 13 (13 anni di età) e l’anamnesi familiare mette in luce che alla stessa età (13 anni) il padre del paziente ha perso suo padre (nonno mai conosciuto dal nipote), deceduto per un incidente sul lavoro (trauma cranico fatale). Fonte immagine: archivio Di Spazio

martedì 23 aprile 2024

Il test cronoposturale esplora il nostro inconscio

Scrive Allan N. Shore, neuroscienziato americano: “Un’altra mente al di sotto della consapevolezza cosciente, la mente inconscia profonda o inconscio basato sul corpo, è accessibile tramite una regressione strutturale”. Aggiungo che l’inconscio basato sul corpo è accessibile tramite una regressione temporale. Possiamo senz’altro affermare che il test cronoposturale viaggia nel tempo biografico dell’individuo alla ricerca delle potenziali vulnerabilità del sistema nervoso autonomo. Questo viaggio tramite la regressione temporale esplora i diversi livelli del nostro inconscio e ci segnala quando eventi esterni o transgenerazionali si sono sedimentati. Senza il test cronoposturale non sono in grado di sapere come ha reagito il mio sistema nervoso autonomo nel momento in cui è stato esposto a un evento stressante, perché la sua risposta è registrata soltanto a livello inconscio. Fonte immagine: archivio Di Spazio

sabato 13 aprile 2024

Il collasso dorsovagale in cronobiologia dello stress

Nell'immagine si vede la posizione supina del soggetto che ha effettuato il test cronoposturale sull'età nella quale il sistema nervoso autonomo ha risposto in collassamento (shut down). Il sistema muscolo-scheletrico è inerte e atonico come quello della gazzella raggiunta dalla leonessa (attivazione del circuito dorso-vagale). Il problema nella specie umana è che il segnale di minaccia vitale, occultato nell'inconscio profondo (lateralizzato a destra), si ripete all'infinito senza risoluzione a meno che non sia promossa terapeuticamente l'autoregolazione del sistema nervoso autonomo. Sul piano neurobiologico la risposta in collassamento del sistema nervoso autonomo corrisponde ai traumi dissociativi registrati nel cervello destro.

domenica 24 marzo 2024

Le 4 reazioni del sistema nervoso autonomo in cronoposturologia

La cronoposturologia (Di Spazio) è una particolare tecnica di intervento clinico che promuove l’autoregolazione del sistema nervoso autonomo e dell’inconscio profondo lateralizzato a destra (come spiega Allan Shore). Il lavoro terapeutico della cronoposturologia sul sistema nervoso autonomo (SNA) prende le mosse dalla lettura della teoria polivagale di Porges integrata dalla lezione sul Sistema di Inibizione dell’Azione proposto da Henri Laborit. In altre parole, la classica suddivisione dei 3 circuiti indicati da Porges (circuito ventrovagale o della sicurezza, circuito ortosimpatico o della mobilizzazione e infine circuito dorsovagale o della immobilizzazione) viene integrata dal circuito dell’inibizione dell’azione. Quest’ultimo circuito è il ponte di passaggio fra il circuito ortosimpatico e quello dorsovagale; è un circuito ibrido perché esprime la tipica risposta neuromediata della mobilizzazione (noradrenalina, adrenalina e cortisolo in primis), ma viene contrastata dall’immobilizzazione. Il soggetto si trova intrappolato in una reazione di paralisi ipertonica che non consente di attaccare, né di fuggire. L’immagine più evocativa di questo stato è quello di rimanere imprigionati in ascensore. (Fonte immagine: archivio Di Spazio)

sabato 9 marzo 2024

Propriocezione e cronopostura

I traumatismi fisici (distorsioni, strappi muscolo-tendinei) generano un’alterazione del sistema propriocettivo che tende a perdurare nel tempo nonostante la riabilitazione fisioterapica. In sostanza, permane una memoria somatica delle asimmetrie generate dal traumatismo. La caduta accidentale, specialmente in età senile, si accompagna molto spesso ad un’amnesia retrograda (“non ricordo come sono caduto”). L’ipotesi cronosomatica è che l’individuo non ricorda l’accaduto, poiché in quel momento è desincronizzato rispetto al presente. Significa che si manifesta un collasso temporale, un balzo nel passato traumatico del soggetto. In ogni modo, la somministrazione del test cronoposturale (Di Spazio, 2011) consente di evidenziare eventuali asimmetrie propriocettive che vengono descritte direttamente dal paziente (“sento la gamba sinistra più grande rispetto alla destra, il piede destro è più piccolo rispetto al sinistro, la testa è spostata in avanti a destra, la spalla sinistra è più alta della destra, etc.). L’intervento sui cronozonidi (punti cutanei collegati con la dimensione temporale) tende a correggere le asimmetrie propriocettive, ristabilendo l’assetto posturale.

mercoledì 7 febbraio 2024

Cronopostura, la faccia nascosta del tono posturale

Cosa s’intende con cronopostura? Differisce dalla classica postura? Con cronopostura intendiamo le fluttuazioni del tono posturale osservate mediante un test specifico, il test cronoposturale. Queste fluttuazioni non sono mai evidenti durante una normale analisi del tono posturale, perché sono di norma occultate dalla compensazione muscolare generata dall’organismo (fino al momento in cui non viene compromessa la stabilità posturale osservata di frequente nella fase di senescenza). Solo attraverso la somministrazione del test cronoposturale siamo nella favorevole posizione di osservare eventuali criticità posturali (deviazioni del fisiologico ortostatismo). Questo test è in grado di evidenziare quando (età) il nostro sistema nervoso autonomo ha registrato risposte di pericolo o di minaccia vitale senza la possibilità di autoregolazione. L’intervento stimolatorio sui cronozonidi (punti cutanei relativi alle diverse età della vita) è in grado non soltanto di sostenere l’autoregolazione del sistema autonomico, ma anche di armonizzare il naturale tono posturale. Fonte immagine: archivio Di Spazio

Come raggiungere l'Ambulatorio di Omeopatia Dr. Di Spazio

Tag Cloud (etichette)

100000 contatti (1) A (1) accettazione (1) Acquired savant syndrome (1) adattogeno emozionale (1) Age-Taping (2) AgeGate Code (2) Akasha (1) Albero genealogico e traumi (1) Alibi (1) Allan N. Shore (1) amnesia globale transitoria (1) ancestralità (2) Anne Ancelin Schuetzenberger (2) antiaging (1) Aquanesting (5) aromaterapia (1) arte dello spostamento (1) astenia post-dialitica (1) attaccamento (1) Attacchi di panico (1) avere naso (1) azione positiva (4) bastone MiBo (1) biotimemachine (4) breviario di cronoriflessologia (1) Brian Weiss (1) Bruce Lipton paura (1) bussola olfattiva delle emozioni (1) camminata all'indietro (1) campi e.m. deboli (1) cattivo suggeritore (1) cellula tumorale (1) cervello destro (1) CFS/ME (1) chakra del tempo (1) Chirone (1) chronoloop (1) ciclicità (1) circuito cronodattilo (2) circuito cronodatttilo (1) collasso dorsovagale (1) collasso temporale (1) controllo posturale (1) convegno MyLife 2010 (1) Convegno Sirmione 2013 (1) corpo come astronave (1) corpotempo (1) Corso residenziale di Floriterapia integrata (1) corteccia entorinale (1) Costellazioni Temporali (1) credenze (2) cronobiologia dello stress (2) cronocettore sistemico (1) cronocezione (1) cronocezione neurobiologica (1) cronopostura (2) cronoposturali (1) cronoposturologia (8) cronoregolazione vagale (1) cronoriflessologia (3) cronoriflessologia plantare (4) Cronosomatica (1) cyber-therapy (1) DCMS (3) debolezza da dialisi (1) Defusione Cognitiva a Mediazione Computazionale (2) Defusione Cognitiva a Mediazione Sensoriale (5) Destino (1) diffidenza (1) Disobbedire alla mente errante (il libro) (1) distonia posturale (1) disturbo da stress post traumatico (1) disturbo da stress post traumatico transgenerazionale (2) Ebook (2) Ebook "Positive Making. La Mente è gelosa dell'Azione" (1) Ebook di Stefano Scola (1) ebook gratuito (1) Edward Bach (2) Ego rettiliano (1) elephant memory (1) elettrosmog (2) Elettrosmog e Fiori di Bach (1) emisfero desro (1) emisfero destro (1) emoji (1) Emotional Training (1) Emotional Training 02 (1) Emotionology 1785 (1) Emotisniff (2) emozioni (2) Emozionologia (2) Empaticità (1) equilibrio posturale (1) Erich Koerbler (2) esercizio della bussola (1) età-chiave (1) eventi avversi (1) eventi traumatici (1) Falsa allerta (1) fare spallucce (1) Finger Postural Reflexes (1) fiori di Bach (1) fiori di BachI (1) Floriterapia (1) floriterapia transdermica (1) flowertaping (1) Fonte i (1) fotomedicina (1) fototerapia auricolare (3) Fototerapia transcranica (2) Francoise Dolto (1) fratture ossee (1) freccia del Tempo (1) genealogia (1) Gerofobia (1) Geroposturologia (1) Giudizio della Mente (1) giudizio della Mente Errante (1) giudizio sentito (2) Giuseppe Calligaris (1) Gli Gnomi dei Fiori Guaritori (4) glioblastoma multiforme (1) Gregg Braden (1) Henri Laborit (1) Human Charger (1) I (2) i 24 chakra del tempo (2) idroposturologia (2) igiene emozionale (2) il corpo non dimentica (1) Il Mantra dell'Azione (1) il non detto familiare (1) il pianto ciclico del lattante (2) il Presente (1) il riflesso digitoposturale (1) il Suggeritore (1) incidente (1) incidenti (2) inconscio (1) inconscio transgenerazionale (2) incontinenza urinaria da stress (1) indecisione (1) infecondità idiopatica (1) inversione della sequenza causa-effetto (1) inversione freccia Tempo (1) ipoacusia improvvisa (1) ipospadia (1) irretimento transgenerazionale (1) joystick posturale (2) Kairos (1) key-age (1) Kinesiologia applicata ai traumi emotivi (1) Kitaro (1) L (1) la mappa dei traumi emotivi sul piede (1) la tecnica del pesce scivoloso (1) la tecnica del tronco disteso (2) Le polmoniti di marzo. Il gene emozionale (1) legge di attrazione (1) legge di attrazione temporale (1) Libro di Chiara San Giuseppe (1) lutto negato dell'aborto (1) macropinna microstoma (1) malattia di Parkinson (1) mani giunte sulla punta del naso (1) Mantra dell'Albero Senza Nome (1) Massimiliano I (1) materializzare le emozioni (1) matrix transformation (1) meccanismi di protezione (1) Medicina del Quando (1) medicina indossabile (1) memoria ancestrale (1) memoria somatica (1) memorie genetiche (1) mente (6) mente errante (14) movimento tinassogenico (1) musicoterapia (2) nervi cranici (1) nervo vago (1) neuromodulazione olfattiva (3) neutrini muonici (1) nodulo di Heberden (1) numero 27 (2) numero sette (2) offline (1) orbs (1) Osiride (1) osteopatia cronosomatica (1) Out of Me (8) Out-of-Me (2) passato reversibile (1) patomimesi transgenerazionale (1) paura (2) pensiero positivo (1) plasma spazio-tempo (8) poesia per ora (1) Porges (2) Portal do Tempo (1) post numero 300 (1) Postcard from Now and Here (3) Postural Infrared Patching (1) Postural Snapshot (1) Predoi (1) proiezioni mentali (1) propriocezione (1) psicologia energetica (1) PTSD (1) punto cronoattivo (1) Puppentherapie (1) qui e ora (1) radioterapia (1) rame (1) REBAT (1) Resilience Balance Test (1) resilienza (5) Respiraction Week (1) Richard Bartlett (1) riflessi (1) riflesso digitoposturale (2) riflesso posturale (1) rino capitanata (1) rivoluzione ecosensibile (1) Robert St John (1) salvagenti (1) savantismo acquisito (1) sci (1) sclerosi multipla (1) scompenso cardiaco (1) segni di Koerbler (2) semaforo invertito (1) Seminario gratuito (1) sensibilità empatica (1) senso della leggerezza (1) senso di colpa (1) separazione (1) sfida evolutiva (1) shaking (1) Shijian mai (1) sicurezza interiore (1) sicurezza percepita (1) sindrome d'anniversario (2) sindrome da stanchezza cronica (1) sindrome del vicolo cieco (1) sistema nervoso autonomo (8) sitema extrapiramidale (1) Sms Emozionale (1) sna (1) solitarietà (1) solvitur ambulando (1) Somatoglottologia (1) Somatoglottology (4) speleoterapia (6) stato emozionale corrente (1) strategie di sicurezza (1) stress (1) stress da disabilità anagrafica (1) Stress-related Age PointsFonte (1) stress-related jet lag (1) successo (1) tabù familiare (1) Tatuaggio (1) TCBLT (1) tecniche psicoristorative (1) tempo e spazio (1) tempo immaginario (1) tempo interstiziale (1) Tempo invertito (1) tempo non-lineare (1) tempo post-riproduttivo (2) tempo quantistico (2) tempo quantizzato (1) Tempo-che-non-scorre (1) teoria ciclica conforme (1) teoria polivagale (1) teoria polivagale di Porges (1) terapeutico (1) terapia metamorfica (1) terapia realtà virtuale (1) test cronoposturale (9) test olfattivo edonico (2) Test olfattivo Emotisniff (1) test posturale (1) test valutazione percezione olfattiva (1) The Time Rewind Technique (2) Time Rewind Technique (2) Time Rewind Walking Test (1) Tiranno Interiore (1) trauma (1) trauma coaching (1) traumi (2) traumi infantili (1) traumi transgenerazionali (2) TRWT (1) Ty Ziegel (1) umanoidi (2) Vademecum naturale per chi ha perso il seno (1) variabilità frequenza cardiaca (1) Vaso Concezione 4 (1) viaggio esteriore (2) Vincenzo Di Spazio (1) visualizzazione (2) vita di coppia (1) vivere più leggeri (1) wearable medicine (1) workshop Nutriva 2014 (1)

Il Canto degli Antenati (video)

Sensibilità Chimica Multipla (M.C.S.)

Sensibilità Chimica Multipla (M.C.S.)
La Sensibilità Chimica Multipla (MCS) è una sindrome immuno-tossica infiammatoria simile, per certi versi, all’allergia e molto spesso scambiata con essa, poiché i sintomi appaiono e scompaiono con l’allontanamento dalla causa scatenante, ma le sue dinamiche e il suo decorso sono completamente diversi, ovvero si perde per sempre la capacità di tollerare gli agenti chimici (questo dal I° stadio). E’ una sindrome multisistemica di intolleranza ambientale totale alle sostanze chimiche, che può colpire vari apparati ed organi del corpo umano: “Le sostanze chimiche danneggiano il fegato e il sistema immunitario sopprimendo la mediazione cellulare che controlla il modo in cui il corpo si protegge dagli agenti estranei; i sintomi si verificano in risposta all'esposizione a molti composti chimicamente indipendenti e presenti nell'ambiente in dosi anche di molto inferiori da quelle tollerate dalla popolazione in generale”.