Benvenuti sul blog di cronosomatica

  • Temi del blog: cronosomatica, psicobiologia del trauma emotivo, riflessioni e strategie di sopravvivenza per vivere più leggeri

domenica 7 agosto 2016

Grazie per i centomila contatti

Fonte immagine: archivio Di Spazio
Esattamente 6 anni fa (agosto 2010) veniva lanciato questo blog dedicato alla cronosomatica e alle tecniche per vivere più leggeri.
Centomila contatti in sei anni sono un numero sbalorditivo per la particolare tematica trattata. Significa che sempre più persone si interrogano sul ruolo delle emozioni e sugli effetti dei conflitti emotivi sullo stato di salute.
Il blog di cronosomatica è una piccola palestra nella quale addestrarci per essere più liberi: mens sana in corpore sano. Auguri!

mercoledì 3 agosto 2016

Somatoglottology: "fare spallucce"

Fonte immagine: archivio Di Spazio
La somatoglottologia (Di Spazio, 2016) è la disciplina che studia il linguaggio del corpo e la comunicazione non verbale. Analizziamo insieme l’immagine per interpretarne il messaggio: fondamentale è comprendere se la protagonista parla di sé o se si rivolge a un interlocutore. 
Nel primo caso (parla di se stessa), il messaggio potrebbe essere il seguente:” Scusa, ma non posso farci niente!”. 
In questa circostanza la protagonista ribadisce con la gestualità e la mimica del viso il suo malcelato disinteresse e si dissocia da un possibile coinvolgimento. Nel secondo caso (si rivolge a un interlocutore) la frase potrebbe essere la seguente: “Ti aspettavo… non sei arrivato? Pazienza.”. 
Qui lo sguardo, rafforzato dalla mimica delle labbra (gli angoli della bocca sono inclinati verso il basso), è colpevolizzante e segnala all’interlocutore disprezzo e indifferenza.
E’ importante ricordare una premessa essenziale: il linguaggio del corpo esprime senza reticenze il giudizio della mente. Nel bene e nel male.

lunedì 1 agosto 2016

Somatoglottologia e linguaggio del corpo

Fonte immagine: archivio Di Spazio
Occupandomi di comunicazione non verbale (CNV) e quindi di linguaggio corporeo, mi sono posto una semplice domanda: come si chiama in termine tecnico lo studioso di linguaggio del corpo?
Ho provato a consultare diverse fonti online senza trovare una risposta adeguata. A questo punto mi sono detto che era giunto il momento di identificare più precisamente i professionisti che in diversa misura si occupano di body language. Si tratta di un universo molto variegato, in cui confluiscono specialisti di eterogenea provenienza: medici, psicologi, neurobiologi, fisiologi, posturologi, etologi, antropologi, criminologi, coreografi, danzatori, attori, ma anche esperti di marketing che hanno sviluppato in modo autonomo singolari schemi di interpretazione, nonché comandi militari delle forze speciali che hanno introdotto codici visivi per le truppe impegnate sui fronti bellici. In ultima analisi, come possiamo identificare questi soggetti, se non con il corretto termine di somatoglottologi?

Ho introdotto quindi il neologismo di somatoglottologia (Di Spazio, 2016) in lingua italiana e di somatoglottology in inglese per identificare finalmente tutti quei professionisti che si occupano a vario titolo di linguaggio del corpo e di comunicazione non verbale.


sabato 30 luglio 2016

Mens sana in corpore sano

Fonte immagine: archivio Di Spazio
Se analizziamo il celebre motto latino “Mens sana in corpore sano”, ci rendiamo conto come i nostri antenati di due millenni fa avessero già compreso il ruolo dominante della mente sullo stato di salute; quindi non Corpus sanum in mente sana, ma proprio il contrario. Significa, in altre parole, che la salute del corpo è dipendente e strettamente connessa all’equilibrio della mente; se quest’ultima viene aggredita da rappresentazioni sabotanti, l’apparato somatico è obbligato a obbedire con la manifestazione di disturbi coerenti con i segnali cognitivi. 
In ultima analisi si evince che “la malattia è l’obbedienza del corpo al giudizio della mente”. Ansia, paura, rabbia inespressa, senso di colpa, inadeguatezza sono gli strumenti affilati che la parte oscura della Mente, la Mente Errante, impiega per rendere più doloroso il tormento della vittima (l’umano).

domenica 24 luglio 2016

Pensieri negativi e Defusione Cognitiva a Mediazione Sensoriale

Fonte immagine: archivio Di Spazio
Il processo evolutivo umano ha prodotto impensabili progressi nella tecnologia, nell'arte, nelle scienze biologiche, in medicina. Questo mirabile progresso è legato a un sofisticato dispositivo biologico dal peso di circa 1500 grammi: il cervello. Le funzioni cognitive, però, sono costantemente minacciate dagli attacchi virali di una parte della Mente, la Mente Errante: una funzione, lo dice la parola stessa, che ha il potere di vagare e spostarsi nel tempo. Passato, futuro, di nuovo passato, sono le traiettorie descritte dalla Mente Errante (ME), spostamenti incessanti che allontanano l'individuo dall'interazione efficace con il Presente. Questo vagabondare della Mente non tocca luoghi di felicità e leggerezza, ma attraversa soltanto le lande desolate dei ricordi negativi e delle proiezioni catastrofiche. Come contrastare gli attacchi virali della Mente che riproduce all'infinito pensieri negativi e sabotanti? Una delle possibili soluzione è l'adesione incondizionata al QUI-E-ORA, la sincronizzazione intenzionale con il Presente. Su tali basi si fonda il paradigma della Mindfulness e su tali premesse è stata sviluppata una procedura neuroemozionale, denominata Defusione Cognitiva a Mediazione Sensoriale (DCMS, Di Spazio 2011) che facilita la disidentificazione dai pensieri negativi e dalle credenze sabotanti.

Come raggiungere l'Ambulatorio di Omeopatia Dr. Di Spazio

Tag Cloud (etichette)

100000 contatti (1) A (1) adattogeno emozionale (1) Age-Taping (2) AgeGate Code (2) Akasha (1) Albero genealogico e traumi (1) Alibi (1) Anne Ancelin Schuetzenberger (2) Aquanesting (4) arte dello spostamento (1) attaccamento (1) Attacchi di panico (1) azione positiva (4) biotimemachine (4) breviario di cronoriflessologia (1) Brian Weiss (1) Bruce Lipton paura (1) campi e.m. deboli (1) cattivo suggeritore (1) cellula tumorale (1) chakra del tempo (1) Chirone (1) chronoloop (1) ciclicità (1) convegno MyLife 2010 (1) Convegno Sirmione 2013 (1) corpo come astronave (1) corpotempo (1) corteccia entorinale (1) credenze (2) cronocettore sistemico (1) cronoriflessologia (3) cronoriflessologia plantare (4) Cronosomatica (1) cyber-therapy (1) Defusione Cognitiva a Mediazione Sensoriale (1) Destino (1) Ebook (2) Ebook "Positive Making. La Mente è gelosa dell'Azione" (1) ebook gratuito (1) Edward Bach (2) Ego rettiliano (1) elettrosmog (2) Elettrosmog e Fiori di Bach (1) emozioni (2) Empaticità (1) Erich Koerbler (2) età-chiave (1) eventi avversi (1) eventi traumatici (1) Falsa allerta (1) fare spallucce (1) fiori di Bach (1) fiori di BachI (1) Floriterapia (1) floriterapia transdermica (1) flowertaping (1) Francoise Dolto (1) fratture ossee (1) genealogia (1) Giudizio della Mente (1) giudizio della Mente Errante (1) giudizio sentito (2) Gli Gnomi dei Fiori Guaritori (4) Gregg Braden (1) I (2) i 24 chakra del tempo (2) igiene emozionale (2) il corpo non dimentica (1) Il Mantra dell'Azione (1) il non detto familiare (1) il pianto ciclico del lattante (2) il Presente (1) il Suggeritore (1) incidente (1) incidenti (2) inconscio transgenerazionale (1) indecisione (1) inversione della sequenza causa-effetto (1) ipospadia (1) key-age (1) Kitaro (1) L (1) la mappa dei traumi emotivi sul piede (1) la tecnica del pesce scivoloso (1) la tecnica del tronco disteso (2) Le polmoniti di marzo. Il gene emozionale (1) legge di attrazione (1) legge di attrazione temporale (1) lutto negato dell'aborto (1) macropinna microstoma (1) Mantra dell'Albero Senza Nome (1) Massimiliano I (1) materializzare le emozioni (1) matrix transformation (1) meccanismi di protezione (1) Medicina del Quando (1) memoria ancestrale (1) memoria somatica (1) memorie genetiche (1) mente (6) mente errante (14) musicoterapia (2) neutrini muonici (1) numero 27 (2) numero sette (2) offline (1) orbs (1) Osiride (1) Out of Me (8) Out-of-Me (2) passato reversibile (1) patomimesi transgenerazionale (1) paura (2) pensiero positivo (1) plasma spazio-tempo (8) Postcard from Now and Here (2) Predoi (1) proiezioni mentali (1) psicologia energetica (1) PTSD (1) punto cronoattivo (1) Puppentherapie (1) qui e ora (1) rame (1) Respiraction Week (1) Richard Bartlett (1) riflesso posturale (1) rino capitanata (1) rivoluzione ecosensibile (1) Robert St John (1) salvagenti (1) segni di Koerbler (2) sensibilità empatica (1) senso della leggerezza (1) senso di colpa (1) separazione (1) sfida evolutiva (1) sindrome d'anniversario (1) sindrome del vicolo cieco (1) Sms Emozionale (1) solvitur ambulando (1) Somatoglottologia (1) Somatoglottology (1) speleoterapia (6) stress (1) successo (1) tabù familiare (1) tempo e spazio (1) tempo interstiziale (1) Tempo invertito (1) tempo non-lineare (1) tempo post-riproduttivo (2) tempo quantistico (2) tempo quantizzato (1) Tempo-che-non-scorre (1) teoria ciclica conforme (1) terapia metamorfica (1) terapia realtà virtuale (1) test cronoposturale (2) Tiranno Interiore (1) trauma (1) traumi (1) Ty Ziegel (1) umanoidi (2) Vademecum naturale per chi ha perso il seno (1) variabilità frequenza cardiaca (1) viaggio esteriore (2) Vincenzo Di Spazio (1) visualizzazione (2) vita di coppia (1) vivere più leggeri (1) workshop Nutriva 2014 (1)

Il Canto degli Antenati (video)

Sensibilità Chimica Multipla (M.C.S.)

Sensibilità Chimica Multipla (M.C.S.)
La Sensibilità Chimica Multipla (MCS) è una sindrome immuno-tossica infiammatoria simile, per certi versi, all’allergia e molto spesso scambiata con essa, poiché i sintomi appaiono e scompaiono con l’allontanamento dalla causa scatenante, ma le sue dinamiche e il suo decorso sono completamente diversi, ovvero si perde per sempre la capacità di tollerare gli agenti chimici (questo dal I° stadio). E’ una sindrome multisistemica di intolleranza ambientale totale alle sostanze chimiche, che può colpire vari apparati ed organi del corpo umano: “Le sostanze chimiche danneggiano il fegato e il sistema immunitario sopprimendo la mediazione cellulare che controlla il modo in cui il corpo si protegge dagli agenti estranei; i sintomi si verificano in risposta all'esposizione a molti composti chimicamente indipendenti e presenti nell'ambiente in dosi anche di molto inferiori da quelle tollerate dalla popolazione in generale”.